la dama del lago – ritratti fotografici nel lago

« Oh, qual nobile mente è qui sconvolta! Occhio di cortigiano, lingua di dotto, spada di soldato;
la speranza e la rosa del giardino del nostro regno, specchio della moda, modello d’eleganza, ammirazione del genere umano,
tutto, e per tutto, in lui così svanito!…
E io, la più infelice e derelitta delle donne, ch’ho assaporato il miele degli armoniosi voti del suo cuore,
debbo mirare adesso, desolata, questo sublime, nobile intelletto risuonare d’un suono fesso, stridulo, come una bella campana stonata;
l’ineguagliata sua forma, e l’aspetto fiorente di bellezza giovanile guaste da questa specie di delirio!…
Me misera, che ho visto quel che ho visto, e vedo quel che seguito a vedere! » (Monologo di Ofelia, Amleto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *